ginocchio ">

L’ artrosi e la PROTESI di ginocchio

GinocchioArtrosi1Nel 2014, più di 50 milioni di persone negli Stati Uniti hanno riferito che una qualche forma di artrosi era stata diagnosticata. L’ artrosi è un processo infiammatorio e degenerativo dell’articolazione che causa alla spalla come ad altre articolazioni dolore e rigidità.

Il sintomo più comune dell’ artrosi del ginocchio è il dolore, che è aggravato dall'attività e progressivamente peggiora con il cammino, così come la rigidità e limitazione funzionale.

Talvolta è difficile svolgere attività semplici, come camminare o salire le scale. A volte si può sentire dolore anche semplicemente quando si è seduti o sdraiati a letto.

Contatta un esperto dell’equipe Maradei per saperne di più

GinocchioArtrosi2L'intervento di sostituzione del ginocchio con una protesi consiste nel rimuovere le superfici articolari del femore e della tibia, eventualmente della rotula, sostituendoli con impianti artificiali composti da leghe di titanio e acciaio e superfici di scorrimento in una plastica speciale, il polietilene. Questo sia ad un compartimento del ginocchio che a tutto il ginocchio, quindi parlando rispettivamente di protesi monocompartimentale e protesi totale di ginocchio, in foto in basso.

 Le ossa e le articolazioni del ginocchio (clicca per approfondire)

 Il ginocchio è la più grande articolazione del corpo e avere le ginocchia sane è assolutamente necessario per svolgere tutte le comuni attività quotidiane. Il ginocchio è costituito dall'estremità inferiore del femore, dall'estremità superiore della tibia e dalla rotula. Le estremità di queste tre ossa nella zona dove si toccano sono coperte con la cartilagine articolare, una tessuto duro e liscio che protegge le ossa e permette loro di muoversi agevolmente.

Normalmente questi componenti lavorano in armonia, insieme alle altre strutture intra ed extra-articolari. Ma una malattia o un infortunio possono interrompere questa armonia, con conseguente dolore, debolezza muscolare, e riduzione della funzione.

Una sostituzione articolare del ginocchio potrebbe essere più accuratamente definita come "resurfacing" perché verranno sostituite solo la parte più superficiale delle ossa.

Le patologie che vengono trattate mediante protesi di ginocchio sono:

GinocchioArtrosi3GinocchioArtrosi4l'artrosi , conosciuta anche come "usura” dell’articolazione è una malattia che distrugge il rivestimento esterno liscio (cartilagine articolare) dell’ osso e lo spazio di protezione tra le ossa diminuisce, così che durante il movimento, le ossa sfregano l’una contro l'altra, provocando dolore ed ulteriori danni. Di solito colpisce le persone oltre i 50 anni di età.GinocchioArtrosi5GinocchioArtrosi6

l'artrite reumatoideè una malattia cronica che attacca più articolazioni in tutto il corpo. Le articolazioni del corpo sono ricoperti da un rivestimento - chiamato sinovia - che lubrifica l'articolazione e rende più facile da affrontare i capi ossei. L'artrite reumatoide causa l’infiammazione soprattutto della sinovia, che provoca dolore e rigidità nelle articolazioni. E’ una malattia autoimmune, quindi significa che il sistema immunitario attacca i propri tessuti, danneggiando il tessuto normale come cartilagine, capsula e legamenti.

GinocchioArtrosi7l'artrosi post-traumatica,forma di artrosi che si sviluppa dopo una lesione, come una frattura o trauma distorsivo del ginocchio

 

La decisione di sottoporsi ad intervento chirurgico di sostituzione totale del ginocchio dovrebbe essere una decisione presa di comune accordo tra voi, la vostra famiglia, il vostro Medico di famiglia e il Chirurgo ortopedico.

Ci sono diversi motivi per cui il Medico può raccomandare un intervento chirurgico di Protesi di ginocchio. Le persone che beneficiano di Protesi totale del ginocchio spesso hanno:

  • Un ginocchio che è diventato flesso e non si estende più come risultato di una grave artrosi.
  • Dolore al ginocchio grave o rigidità che limita le attività quotidiane, tra cui camminare salire le scale ed alzarsi o sedersi sulla sedia. Si può trovare difficoltà a camminare per più di un paio di isolati senza dolore e potrebbe essere necessario utilizzare un bastone o una stampella.
  • Dolore al ginocchio moderato o grave, mentre si è a riposo, sia di giorno che di notte.
  • Infiammazione cronica e gonfiore al ginocchio che non migliora con il riposo, il ghiaccio, le infiltrazioni di acido Ialuronico o con i farmaci.
  • Deformità del ginocchio, un ginocchio deformato verso l'interno (varo) o verso l'esterno (valgo). In questi casi la chirurgia protesica è in grado di riallineare perfettamente gli arti.

Contatta un esperto dell’equipe Maradei per saperne di più

Trattamenti chirurgici

GinocchioArtrosi8Artroscopia. Casi di artrosi lieve possono essere trattati in artroscopia. Durante l'artroscopia, il chirurgo inserisce una piccola telecamera, chiamato artroscopio, nella spalla. La videocamera visualizza le immagini su uno schermo televisivo, e il chirurgo usa queste immagini per guidare strumenti chirurgici miniaturizzati.

Durante la procedura, il chirurgo può sbrigliare e letteralmente pulire la parte interna dell’ articolazione. Sebbene la procedura fornisce sollievo dal dolore, ma non eliminerà l’artrosi. Se progredisce ulteriormente la chirurgia protesica può essere necessaria in futuro.

Protesi di ginocchio. Nelle forme più gravi quindi, in presenza di dolore subcontinuo e grande limitazione, la soluzione più efficace è rappresentata dalla protesi di ginocchio. Nel caso in cui l’artrosi coinvolga un solo compartimento del ginocchio e non sia presente disallineamento dell’arto, si può sostituire soltanto il compartimento danneggiato con la cosiddetta protesi monocompartimentale che è abbastanza simile a quella totale anche se è di dimensioni più piccole. In alcuni casi le indicazioni si possono sovrapporre a quelle dell’osteotomia di tibia. 

 GinocchioArtrosi9  GinocchioArtrosi10 Ginocchio<strong class=Artrosi11" width="163" height="208" style="margin: 5px;" /> 

                       

Sotto un breve video chiarificativo della protesi monocompartimentale

Nella maggioranza dei casi di media o grave gonartrosi invece sarà necessare impiantare una protesi totale di ginocchio. Tale protesi ripristina le funzioni dell’articolazione sostituendo le superfici cartilaginee consumate; è costituita da una componente femorale, da una componente tibiale e quando necessario anche da una rotula artificiale. 

 GinocchioArtrosi13  GinocchioArtrosi14 GinocchioArtrosi15 

 

Contatta un esperto dell’equipe Maradei per saperne di più

Tra le due componenti metalliche (tibiale e femorale) viene posizionato un inserto di polietilene. Il polietilene è una “plastica” ad alta densità, fondamentale per lo scorrimento e l’accoppiamento tra le due componenti. La funzione delle protesi è quella di alleviare il dolore, ripristinando la motilità e l’allineamento naturale del ginocchio, e di resistere quanto più possibile nel tempo all’usura dei materiali.  Per ottenere questi obiettivi, i materiali impiegati per le protesi sono di elevato livello tecnologico e garantiscono una compatibilità estrema e una tollerabilità a lungo termine da parte del corpo umano. Per fissare la protesi all’osso, viene utilizzato un altro materiale, il cosiddetto “cemento”, costituito da polimetilmetacrilato (PMMA), posto tra le componenti protesiche e l’osso ospite ed in grado di fissarsi sia alla protesi che all’osso.

Di seguito un breve video chiarificativo della protesi totale.

Iter dopo l’intervento

Usualmente il giorno successivo all’intervento il paziente inizia a compiere esercizi di mobilizzazione attiva e passiva dell’arto con l’ausilio di appositi macchinari e di fisioterapista. Dal 2° giorno dopo l’intervento assume la posizione seduta in poltrona ed inizia gradualmente esercizi di ortostatismo e di deambulazione assistita da appoggi, con carico graduale. La dimissione avviene di norma entro 5-6 giorni dall’intervento. I tempi di concessione del carico completo possono variare in base a fattori che includono il tipo di impianto protesico, l’eventuale esecuzione di tempi chirurgici accessori ed il grado di tenuta meccanica del tessuto osseo. La rieducazione funzionale va proseguita mediamente per 45 giorni dopo l’intervento. I tempi e il grado di recupero dell’autonomia funzionale risultano comunque piuttosto variabili e sono connessi a fattori individuali ed a cause indipendenti dalla corretta esecuzione tecnica dell’intervento (condizioni generali antecedenti, risposta all’intervento, possibilità rieducative). I dati di letteratura permettono di affermare che oltre il 90% delle protesi non presentano problemi a 15-20 anni dall'intervento.

Un fattore importante nel decidere se sottoporsi o meno ad un intervento chirurgico di Protesi totale del ginocchio è capire cosa questa procedura può e cosa non può fare .

Più del 90 % delle persone che hanno avuto un'esperienza di Protesi del ginocchio hanno verificato una pressocchè completa riduzione del dolore del ginocchio e un significativo miglioramento della capacità di eseguire attività comuni della vita quotidiana. Ma la Protesi totale del ginocchio non vi permetterà di fare di più di quanto facevate prima di iniziare a soffrire di artrosi.

Con l'uso e l'attività normale, lo spaziatore di plastica di ogni protesi di ginocchio comincia ad usurarsi. L'eccessiva attività o l'essere troppo pesanti può accelerare questa usura e può condurvi troppo presto all'intervento di sostituzione della vostra protesi perché si è mobilizzata o è diventata dolorosa. Pertanto, la maggior parte dei chirurghi sconsigliano di eseguire attività come la corsa, il jogging, saltare o altri sport ad alto impatto per il resto della vostra vita dopo l'intervento chirurgico ma solo per maggiore usura dei componenti.

Le attività che potete fare a seguito di intervento di Protesi totale del ginocchio comprendono passeggiate illimitate, nuoto, golf, guida, trekking leggero, bicicletta, ballo liscio e altri sport a basso impatto.

Con le appropriate modifiche delle vostre attività, la Protesi del vostro ginocchio può durare per molti anni.

Contatta un esperto dell’equipe Maradei per saperne di più

 

 

 

 

maradei.com/index.php/ginocchioartrosi" layout="button_count" show_faces="1" share="false" action="like" colorscheme="light" kid_directed_site="false">
maradei.com/index.php/ginocchioartrosi" >

PRP

Il Plasma Ricco di Piastrine (PRP) è essenzialmente un aumento della concentrazione di piastrine autologhe sospese in una piccola quantità di plasma dopo la centrifugazione del sangue del paziente stesso.

READ MORE

PRP4

GinocchioArtrosi1

Artrosi

Il sintomo più comune dell’ artrosi del ginocchio è il dolore, che è aggravato dall'attività e progressivamente peggiora con il cammino, così come la rigidità e limitazione funzionale.

 READ MORE 

 

Lesione Menisco e Cartilagine

Il ginocchio è la più grande articolazione del nostro corpo e anche una delle più complesse. Poichè si usa così tanto, è anche più vulnerabile al danno. Una delle più comuni lesioni del ginocchio è una distorsione con una lesione del menisco.

READ MORE

GinocchioMenischi1