prp ">

LE INFILTRAZIONI CON FATTORI DI CRESCITA (PRP)

PRP1

Il Plasma Ricco di Piastrine (PRP), anche definito gel autologo di piastrine (Autologous Platelet Gel) , plasma ricco di fattori di crescita (PRGF) o concentrato di piastrine (PC) è essenzialmente un aumento della concentrazione di piastrine autologhe sospese in una piccola quantità di plasma dopo la centrifugazione del sangue del paziente stesso.

Negli ultimi anni si sono sempre più sviluppati ed approfonditi gli studi sui fattori di crescita. Le nuove scoperte e la conoscenza dell'importanza e del ruolo di questi fattori ha creato un crescente interesse per un loro possibile utilizzo terapeutico. Il termine "fattore di crescita" si riferisce a proteine capaci di stimolare la proliferazione e la differenziazione cellulare.
 Le piastrine, di cui è ricco il PRP, rilasciano numerose sostanze che promuovono la riparazione tissutale e influenzano il comportamento di altre cellule modulando l'infiammazione e la neoformazione di vasi sanguigni. Le piastrine infatti giocano un ruolo fondamentale nel mediare la guarigione del tessuto danneggiato grazie alla capacità di liberare fattori di crescita numerosi.

PRP2

La preparazione del PRP nella foto sopra consiste nel prelievo di sangue venoso autologo (cioè del paziente stesso) che viene successivamente sottoposto a duplice centrifugazione e concentrato.

Fondamentalmente, il sangue del paziente viene prelevato, raccolto e centrifugato a velocità variabili fino a che si separa in tre strati: plasma povero di piastrine, plasma ricco di piastrine e globuli rossi. Di solito si usano 2 giri.

L'intero processo dura circa 12 minuti e produce una concentrazione piastrinica da 3 – 5 volte quella del plasma nativo.

Validità clinica

L'uso e la validazione clinica di PRP è ancora nelle fasi iniziali. Risultati della ricerca di base e studi preclinici non sono ancora stati confermati in studi clinici controllati su larga scala. Ad esempio, l'uso clinico di PRP per le lesione dei nervi, per la medicina dello sport e l'ortopedia ha prodotto "promettenti" risultati nelle prove iniziali. Nel 2009 una revisione sistematica della letteratura scientifica ha dichiarato che ci sono pochi studi clinici controllati che hanno adeguatamente valutato la sicurezza e l'efficacia del trattamento mediante PRP e hanno concluso che il PRP è una promettente, ma non provata, opzione di trattamento per le comuni malattie di tendini, legamenti e lesioni muscolari.

I sostenitori della terapia mediante PRP affermano che i risultati clinici negativi sono associati alla scarsa qualità di PRP prodotta da inadeguati dispositivi.

PRP3PRP4

Il nostro gruppo utilizza il PRP in varie sedi come opzione di trattamento soprattutto e anche nell’ambito di studio scientifico per alcune patologie, in particolare in lesioni osteo-condrali dell’astragalo, tendinopatie in varia sede, soprattutto del tendine d’ Achille, lesioni osteocondrali del ginocchio e artrosi iniziale del ginocchio accompagnando altri trattamenti conservativi e chirurgici, valutando particolari condizioni della patologia e del paziente.

 

Contatta un esperto del gruppo per saperne di più

Comunque vi è una scarsità di dati scientifici critici per quanto riguarda gli effetti benefici del PRP nelle procedure cliniche. Sono stati eseguiti studi su animali e umani, sia che promuovono e sia che confutano il suo effetto positivo. In teoria, il PRP ha molti potenziali effetti benefici quali il rifornimento autologo di fattori di crescita e la migliore guarigione. Inoltre è relativamente poco costoso, facilmente disponibile e tecnicamente molto semplice da effettuare. Tuttavia, dalla letteratura corrente, è chiaro che esiste una grande variabilità negli studi, nei parametri clinici e radiografici che sono stati misurati, e nel risultato clinico. Molti studi che ne sostengono un effetto benefico positivo peccano di una cattiva progettazione dello studio stesso. Molti non hanno alcun controllo oppure hanno un campione di dimensioni limitate. In generale, gli studi scientifici che concludono per un effetto benefico non sono supportati da un valido disegno dello studio stesso. Pertanto l'utilizzo di questa terapia al momento non può essere supportata, quindi sono urgentemente necessari seri studi clinici prospettici.

Concludendo, le infiltrazioni mediante utilizzo di fattori di crescita (PRP) sono una terapia promettente che necessita ancora di miglioramenti nella tecnica e nella comprensione e che al momento non sembra dare migliori risultati rispetto alle terapie tradizionali.

Questa terapia ad oggi viene consigliata in alternativa a terapie valide già comprovate (infiltrazioni di Acido Ialuronico, inflitrazioni con Corticosteroidi, Fisioterapie) o come coadiuvante a terapie chirurgiche che di per sé comunque porterebbero alla guarigione.

Contatta un esperto del gruppo per saperne di più

maradei.com/index.php/prp" layout="button_count" show_faces="1" share="false" action="like" colorscheme="light" kid_directed_site="false">
maradei.com/index.php/prp" >

Lussazione e Instabilità

Quando una spalla va fuori posto diremo che si è "lussata" e la lussazione della spalla e la conseguente  instabilità che può generarsi sono lussazione1una patologia che dà origine talvolta a limitazione funzionale

READ MORE

lussazione1

artrosi2

Artrosi e Protesi di spalla

Nel 2014, più di 50 milioni di persone negli Stati Uniti hanno riferito che una qualche forma di artrosi era stata diagnosticata.

READ MORE

 

 

Patologie Cuffia dei rotatori

Una patologia della cuffia dei rotatori è una causa molto frequente di dolore e disabilità della spalla tra gli adulti. Nel 2014, più di 2 milioni di persone negli Stati Uniti sono andate dal loro medico a causa di un problema alla cuffia dei rotatori della spalla.

READ MORE

cuffia01